Savigliano Aria Pulita Tutela dell'Ambiente e del Territorio - No Pirogassificatore

Non sei connesso Connettiti o registrati

Giacomo Daniele – Consigliere Comunale gruppo P.D

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Mario Rustichelli


minodaniele26@alice.it
22 apr (3 giorni fa)

a fulvio.da, me, s.soave, m.occelli, luca.grindatto, o.ferraro, guido.ghione, info, portolesef, alblaura, fede.brizio, rinella.carena, marculin1982, boghlio, rubiolopgr, ecifani, sergiotesio, motta.toni, tomatis.mario, s.folco, ccussa, m.paonne, info, s.pittavino, c.ravera
Di seguito le mie considerazioni sulla richiesta in oggetto. Cordiali saluti.
Giacomo Daniele-Capogruppo gruppo consigliare P.D.


Premetto che il sottoscritto, a nome del gruppo consigliare del PD, ha già avuto occasione di esprimersi in Consiglio Comunale – a seguito di una interpellanza del consigliere D’Alessandro – quindi in una situazione “ pubblica “ per eccellenza. In questa occasione si sono espressi anche altri Amministratori Comunali: esprimo stupore per il fatto che ciò non sia stato rilevato dal “Comitato “ che mi pare giustamente molto attento a tutto ciò che è inerente la comunicazione riguardante la richiesta di installazione del pirogassificatore.
Detto questo la mia posizione è riassumibile come segue:
1) Per i pirogassificatori con una potenza inferiore ai 200 Kw le attuali normative non prevedono il parere dell’ Amministrazione Comunale. Per la sicurezza e la tranquillità di tutti noi cittadini ritengo non accettabile a scatola chiusa l’intervento, quindi è utile conoscere il parere dell’ASL e dell’ARPA Piemonte. La richiesta è già stata inoltrata dall’Amministrazione Comunale.
Il riferimento della Vs/ mail alla sentenza del TAR Piemonte n. 1342 del 21 dicembre 2011, dopo una lettura – non da tecnico – mi pare riguardi altra tipologia di impianto e problemi di tipo urbanistico.
2) L’impianto per avere validità deve essere con bilancio ambientale positivo, nel senso che la energia prodotta deve essere superiore alla energia consumata per la produzione, compresi i consumi indiretti quali il trasporto.
3) Rispetto rigoroso delle leggi e normative in materia di immissione di gas e/o polveri in atmosfera; non creare sostanze pericolose – derivate dalla pirogassificazione – da smaltire.
4) Rispetto dell’ambiente circostante, tendendo a non consumare territorio agricolo, in linea con gli indirizzi che questa Amministrazione Comunale si è data, anche attraverso l’adesione al “patto tra i Sindaci”.
5) Utilizzo di materiale legnoso proveniente da aree circostanti, derivati dalla produzione locale quale potatura, gestione pioppeti, ecc. e corretto utilizzo del mantenimento boschivo.
6) Rapporto con i cittadini, come ad esempio avvenuto con l’incontro con la cittadinanza del 28 marzo u.s.

Questi i parametri da rispettare, che mi suggeriscono di non assumere posizioni prestabilite né certezze per il si o per il no, non consone a questioni rilevanti quali la salute pubblica ed il modo di affrontare la produzione di energia – fattore centrale di sviluppo - nel modo più “pulito” possibile.

Giacomo Daniele – Consigliere Comunale gruppo P.D.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum